Gioco d’azzardo post Covid: rapida ripresa grazie all’online

CMarziali 06/06/2022
Sending
User Review
5 (1 vote)
(1 voti)

Il 2022 è l’anno in cui si può dire che davvero ci si sta riprendendo dopo le vicissitudini legate alla pandemia di Covid-19, che ha stravolto gli equilibri mondiali a partire dal 2020. Sono tanti i settori produttivi ed economici che hanno dovuto fare i conti con le chiusure, gioco d’azzardo compreso. Da quanto si può evincere dai report stilati da Global Betting and Gaming Consultant, però, già il 2021 ha fatto leggere i primi segni di ripresa. Se il settore del gioco d’azzardo è riuscito a reagire meglio e in modo più rapido rispetto ad altri, sembra che ciò si debba soprattutto al fatto che molti giocatori si sono rivolti al digitale, cominciando a svolgere le loro attività preferite di gambling attraverso il web.

Il gioco d’azzardo online e la pandemia

chiusure-covidI canali di vendita digitali hanno aiutato il gioco d’azzardo globale a resistere bene alla pandemia di Covid-19, specie nei momenti peggiori, ovvero quando le sale fisiche, i casinò land based e tutte strutture erano chiuse per via dei lockdown e delle varie restrizioni adottate per combattere il diffondersi del contagio. Questo ha avuto come ovvio effetto una netta crescita del mercato online legato all’azzardo. Prima della pandemia, l’iGaming rappresentava il 12%-13% delle entrate globali. La quota di mercato dell’iGaming è balzata al 19% nel 2020 e ha superato il 21% nel 2021.

Ci sono diversi fattori che possono spiegare questi dati, che si legano però tutti alle abitudini dei giocatori e alle diverse forme di gioco esistenti. Per il poker online, ad esempio, la crescita è stata solo temporanea e legata alle chiusure del 2020. In quel momento infatti l’uso del canale web è cresciuto enormemente, per però tornare rapidamente ai livelli precedenti quando sono iniziate le prime riaperture. Per quel che riguarda invece le scommesse sportive c’è stato il grosso problema dei tornei e delle manifestazioni che non si sono potute svolgere, ma l’attività dei giocatori è continuata quasi senza differenze in virtù della possibilità di fare betting online. Le lotterie hanno continuato a svolgersi con regolarità anche durante il Covid, e anche in questo caso il canale web ha costituito una valida alternativa per chi desiderava partecipare.

La crescita dell’iGaming è dunque iniziata nel 2020, ovvero in piena pandemia, ed è poi proseguita anche nel 2021.

Il mercato del gioco d’azzardo globale durante la pandemia

Se diamo un’occhiata più ampia ai dati, notiamo come il 2020 sia stato davvero un anno terribile per il gioco d’azzardo. Fermo restando quello che abbiamo detto, ovvero che il canale web ha fornito comunque una valida alternativa alle numerose chiusure, è chiaro che le ripercussioni economiche ci sono state, e anche notevoli. Il calo nei ricavi che ha registrato Global Betting and Gaming Consultant è stato il peggiore da quando la società ha cominciato a stilare i suoi report. Questo calo si è fatto sentire in tutti i luoghi fisici, specie nei casinò più grandi e frequentati come quelli di Macau, Las Vegas, Singapore. Mano a mano che la pandemia ha cominciato ad alleggerirsi e che le persone hanno ripreso a girare con regolarità, ovviamente i numeri hanno ripreso a salire. Ad oggi però sono ancora ben lontani dal tornare ai livelli precedenti, e c’è chi dubita che questo accada mai. Ciononostante la ripresa complessiva nei ricavi è in atto: se nel 2019 erano stati di 458 miliardi di dollari, nel 2020 sono scesi a 364 miliardi di dollari. Nel 2021 sono risaliti ad oltre 400 miliardi di dollari, con un incremento del 13% che non risarcisce le perdite subite, ma garantisce una bella boccata d’aria.

Come cambierà il gioco d’azzardo da adesso in poi

gambling-onlineAlcune giurisdizioni hanno cercato di porre un freno alla crescente richiesta di gioco digitale limitando le concessioni e limitando anche le pubblicità, cosa che ad esempio è accaduta in Italia anche se ben prima della pandemia. Ma non sembra che questo possa davvero inficiare la crescita ormai evidente e costante del gioco online. Una cosa è certa: il gioco fisico non sparirà mai del tutto, e non è solo una questione di nostalgia. Potremmo un po’ fare il discorso che si fece a suo tempo per i libri cartacei e gli e-book. Non si possono considerare due canali concorrenziali. Sono due modi di fruizione diversi che dunque hanno una platea diversa e non rivaleggiano tra loro, anzi cooperano per il risultato finale.

Lo stesso dicasi per il gioco online e quello fisico: c’è ci preferisce l’uno o l’altro, e più semplicemente chi fruisce di entrambe. Ed entrambe concorrono al risultato finale, che sono i ricavi complessivi che garantisce il settore globale del gioco d’azzardo. Detto questo, è innegabile però che il gioco d’azzardo online, durante la pandemia, abbia dimostrato di avere una marcia in più per il semplice motivo che può svolgersi sempre e comunque, da qualunque luogo e in qualunque condizione, anche quelle più sfavorevoli. La possibilità ormai diffusa di poter fare azzardo anche attraverso i portali web è stata quella che ha permesso al settore di non collassare, ma di poter superare il periodo di difficoltà senza troppi problemi.

Resta da vedere che cosa accadrà da adesso in poi. Di certo le abitudini, una volta che sono cambiate, difficilmente tornano quelle di prima. Però è anche vero che non appena la possibilità del gioco land based è tornata fruibile, molti giocatori sono tornati ad esso. Senza però abbandonare quello online, ed è qui il nocciolo. Adesso il gambling virtuale è considerato una valida alternativa, preferibile magari non solo nel caso estremo di un lockdown, ma anche in determinati frangenti della quotidianità. Ecco perché sicuramente continuerà a crescere, e a sviluppare anche nuove forme e nuovi canali per conquistare ancora di più i giocatori del futuro.

Scegli una Slot Machine

Giochi aggiornati ad oggi: 06 Luglio 2022. Per giocare basta cliccare sull'immagine del gioco.

Nuove Slot da Bar Le più giocate

Autore

CMarziali /