Autoesclusione

admin 17/09/2020
Sending
User Review
5 (1 vote)
(1 voti)

Cosa è l’autoesclusione

Quando si parla di casinò online si soffre di un diffuso pregiudizio secondo il quale il gioco d’azzardo creerebbe dipendenza. Ovviamente, sconfinare nella ludopatia è possibile, ma non è mai buona norma demonizzare un mezzo solo perché qualcuno potrebbe farne un uso distorto. La verità è che i casinò online sono decisamente più sicuri di molte altre forme d’azzardo, dal punto di vista del possibile sviluppo di una dipendenza, in quanto mettono a disposizione dei loro utenti molti strumenti che servono a tenere sotto controllo il volume di giocate, in modo tale da non superare certi limiti che si autoimpongono.

Il sistema dell’autoesclusione, ad esempio, di cui parleremo in questo articolo, serve a garantire la massima trasparenza di un casinò online. Lo troverai infatti in ogni casinò legale, vale a dire che abbia ricevuto l’autorizzazione ad esercitare in Italia da ADM. Questo è un requisito fondamentale e imprescindibile. Scopriamo in cosa consiste.

Come funziona l’autoesclusione

L’autoesclusione è un meccanismo di difesa abbastanza elementare, perché in sostanza va a responsabilizzare il giocatore. Nel momento in cui ci si rende conto che il gioco ci ha preso la mano, che investiamo somme superiori alle nostre possibilità, e che quando ci imbarchiamo in una partita non riusciamo a smettere, possiamo semplicemente imporci uno stop. Ovvero decidiamo volontariamente che per un certo periodo non potremo più avere accesso ai giochi dei casinò online. Ciò è possibile in virtù del fatto che è il casinò stesso che ci offre la possibilità di farlo, anzi, ci stimola a farlo qualora si verifichino le condizioni di cui sopra. L’autoesclusione consiste in pratica in un “fermarsi in tempo utile” prima che la faccenda degeneri e possa sconfinare in vera e propria ludopatia.

Esistono solitamente due modalità nelle quali un casinò online permette ai suoi utenti iscritti di esercitare l’autoesclusione. Il primo si avvale dello SPID, l’identità digitale che molti cittadini possiedono e che permette di accedere al sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale. Su tale sito si può praticare l’autoesclusione. Il secondo metodo invece riguarda nello specifico il casinò a cui si è iscritti, tramite il quale si richiede l’autoesclusione. Attenzione però: questo non vuol dire che non si potrà più accedere solo al casinò in questione, in quanto i propri dati vengono segnalati a tutti i concessionari di gioco a distanza presenti in Italia.

Quando si decide di autoescludersi, si può anche impostare un limite temporale. Il primo riguarda un lasso di tempo di 30, 60, 90 o al massimo 120 giorni ed è quindi a tempo determinato. La seconda modalità è ancora più drastica tanto da definirsi a tempo indeterminato. In questo caso si seleziona un lasso di tempo maggiore, che non può essere inferiore a 180 giorni. Se si sceglie il tempo determinato, una volta passato il tempo impostato si potrà avere nuovamente accesso ai casinò online. Nel tempo indeterminato sarà invece necessario inoltrare una richiesta, mai prima del tempo minimo deciso inizialmente.

Cosa dice la normativa sull’autoesclusione

La normativa sull’autoesclusione è molto rigida e il concessionario di gioco è tenuto ad osservarla in modo scrupoloso, pena subire ingenti multe o stimolare una richiesta di risarcimento danni da parte del giocatore. Ecco perché viene sempre rispettata, per la reciproca tutela di giocatore e concessionario. In sostanza, quando l’utente inoltra domanda di autoesclusione, subito viene interrotto il suo accesso ai giochi, tranne nel caso in cui ci sia una partita in corso, che può essere conclusa.

Per quel che riguarda il conto di gioco, all’utente viene impedito di fare nuovi versamenti. Ciononostante, può ritirare gli importi che ha disponibili, questo senza eccezioni. L’unica eccezione si può verificare qualora il giocatore abbia pendenze con il casinò a cui è iscritto che in tal caso potrebbe chiedere il risarcimento di quanto gli è dovuto.

Come dicevamo, l’autoesclusione non funziona solo sul casinò a cui si è iscritti, altrimenti non avrebbe molta utilità. Il concessionario di gioco deve comunicare i dati dell’utente che ha effettuato autoesclusione al Registro Unico degli Autoesclusi al Gioco a Distanza (RUA). Questo vuol dire che chi si autoesclude si preclude anche la possibilità di aprire un altro conto di gioco su un portale diverso da quello cui era precedentemente iscritto.

I termini decisi per l’autoesclusione sono tassativi, tanto nel caso del tempo determinato che di quello indeterminato.

11 consigli per giocare in sicurezza con soldi veri

  1. Il gioco d’azzardo si chiama così perché è, e deve rimanere, un gioco. 
  2. Usa tutti gli strumenti che hai per non esagerare con gli investimenti di denaro. Ad esempio, puoi impostare un limite massimo di denaro oltre il quale non sei disposto a spendere più. 
  3. Un altro limite che è bene imporsi è quello di tempo: non giocare oltre un certo orario.
  4. Importante: il tuo budget di gioco non deve mai superare le tue reali possibilità. Non giocare mai soldi che servono a pagare una bolletta o un’altra spesa essenziale.
  5. Giocare ai casinò online deve essere solo uno dei tuoi tanti passatempi, non quello esclusivo.
  6. Non farti galvanizzare da una vincita. Prendi sempre le misure in base a quello che hai oggettivamente investito, e perso.
  7. Gioca solo quando sei perfettamente lucido.
  8. Gioca per giocare, gioisci delle vincite ma non contare su di essere per risolvere i tuoi problemi economici.
  9. Non buttarti a capofitto in un gioco se non hai capito bene quali sono le regole che segue. Studia, prima di azzardare.
  10. Non fare sessioni di gioco prolungate e ininterrotte, la tua mente può appannarsi.
  11. Quando vedi che perdi troppo, semplicemente smetti di giocare. Ti rifarai in un altro momento.

Domande frequenti per l'Autoesclusione

Che cos'è l'autoesclusione?

L'autoesclusione è un meccanismo che consente di bloccare i propri dati da tutti i concessionari di gioco d'azzardo.

Quando si usa l'autoesclusione?

L'autoesclusione è uno strumento utile per il giocatore che si rende conto che sta esagerando con il gioco d'azzardo.

L'autoesclusione è definitiva?

Può essere a tempo determinato, e al termine di torna a giocare normalmente, o a tempo indeterminato, nel qual caso se si volesse tornare a giocare bisognerebbe fare formale richiesta.

Autore

admin /