Gioco Responsabile

admin 21/09/2020
Sending
User Review
5 (1 vote)
(1 voti)

Cosa si intende con il termine Gioco Responsabile

Quando si gioca d’azzardo, ad esempio iscrivendosi ad un casinò online, si parla di “gioco”, ma comunque di un gioco che può avere dei risvolti pericolosi. Nel gioco d’azzardo, infatti, si impiega il proprio denaro, e quindi c’è una circolazione monetaria che deve essere strettamente tutelata da organi di controllo, per due motivi principalmente. Un motivo è che potrebbe subentrare la criminalità, mettendo in atto dei comportamenti fraudolenti che potrebbero danneggiare tanto il gestore che il giocatore. Inoltre, potrebbero esserci dei soggetti fragili che possono farsi prendere la mano dal gioco, fino a perdere somme che non potevano permettersi.

Ecco perché in Italia esiste l’ADM, l’Agenzia per le Dogane e i Monopoli, che ha il compito di vigilare su tutti questi aspetti. Tra le altre cose, è l’ADM che decide quali sono gli strumenti da mettere a disposizione dei casinò online al fine di garantire la possibilità di un Gioco Responsabile. Con questo termine si intenda la possibilità, da parte dell’utente, di tenere sotto controllo le sue giocate e il suo stile di gioco, con strumenti che possano impedirgli di sconfinare oltre certi limiti. Scopriamo quali sono questi strumenti.

Quali sono le tutele per i giocatori italiani?

Gli strumenti per il Gioco Responsabile hanno duplice natura. Da una parte, si tratta di norme che vengono imposte al gestore per la protezione del giocatore. Dall’altra, sono pratiche che il giocatore stesso può mettere in atto in certe circostanze.

Nella prima categoria rientra il divieto di fare pubblicità ingannevole, che susciti nel giocatore aspettative non realistiche. Ogni casinò online è tenuto a specificare sempre in ogni minimo dettaglio quali sono tutte le regole e le clausole dei servizi che offre, bonus compresi. Inoltre, in Italia vige il divieto di praticare gioco d’azzardo se non si è maggiorenni.

Da parte del giocatore, un casinò deve concedere la possibilità di autolimitarsi. Questo vuol dire che l’utente ha la facoltà di porsi dei limiti, in termini di quantità massima di denaro che può investire nel gioco d’azzardo, superati i quali non può più giocare. Un giocatore può addirittura arrivare ad autoescludersi, ovvero a decidere di cancellare i suoi dati dai casinò online per un certo periodo di tempo.

Controlli sulla pubblicità

Da sempre, fin da quando l’organo preposto al rispetto delle norme in materia di gambling era AAMS, la pubblicità in questo settore è stata sottoposta ad una rigida regolamentazione. Fare pubblicità ingannevole può infatti essere estremamente deleterio per il giocatore. A seguito del Decreto Dignità (DL 87/2018, convertito nella Legge 96/2018), la pubblicità in quanto tale è stata vietata. In Italia, attualmente, è consentito fare attività informativa, come ad esempio fa il nostro sito. Ovvero, è necessario informare il giocatore di tutti gli aspetti che riguardano il gioco, online e non. In questo modo l’utente, adeguatamente istruito, sa a quali rischi va incontro ed è più probabile che giochi con coscienza, senza incorrere in comportamenti esagerati o potenzialmente lesivi per il suo bene.

La cosa più importante di cui informare un giocatore è l’elenco dei casinò legali, ovvero quelli che hanno autorizzazione ADM, gli unici su cui si può davvero praticare Gioco Responsabile in quanto muniti degli strumenti adeguati.

Nello specifico, le modalità informative da adottare nei confronti del gioco d’azzardo in Italia sono fissate da AGCOM. AGCOM vieta ogni tipo di promozione e sponsorizzazione (ivi compresa quella tramite social network);  vieta inoltre la sponsorizzazione di eventi o concorsi. Un gestore per il gioco d’azzardo non può inviare comunicazioni ai giocatori (in assenza di loro previo assenso informato). L’unica cosa che AGCOM autorizza sono le comunicazioni informative, in merito a bonus o Jackpot in palio. Tali comunicazioni non devono mai avere carattere promozionale.

Gioco consentito solo ai maggiorenni

Una caratteristica che consente di distinguere subito un casinò legale da uno illegale (ovviamente oltre al fatto che il primo presenta il numero di concessione di ADM) si nota fin dal momento dell’iscrizione. Quando si registrano i propri dati su un casinò che opera nell’ambito della legalità, immediatamente viene richiesto l’invio di un documento di identità. Di solito si ha un margine di tempo per il suo invio (30 giorni), ma l’invio in sé è tassativo. Il controllo del documento permette di validare il conto di gioco. Se il documento non arriva, il conto viene chiuso.

Questo perché in Italia si può aprire un conto di gioco su un casinò online solo dopo aver compiuto 18 anni. Inoltre, non si può aprire più di un conto con lo stesso nome su un singolo casinò. 

Normalmente, invece, i casinò illegali non richiedono l’invio di alcun documento, tranne che al momento in cui si devono ritirare i soldi delle vincite dal conto. A questo punto il complicarsi delle procedure potrebbe spingere il giocatore a non ritirare il denaro, ma semplicemente a investirlo nuovamente nel casinò a cui è iscritto. Questo è dunque un comportamento scorretto.

Spesso, al fine di incentivare il giocatore ad inviare il documento il più rapidamente possibile, i casinò autorizzati ADM garantiscono un bonus di benvenuto la cui ricezione è subordinata all’invio del documento. Invio che, per inciso, è tutt’altro che oneroso. Spesso il casinò permette il caricamento di una scansione direttamente dal sito, si tratta quindi di una procedura facile e veloce.

Autolimitazione dei conti di gioco

Uno degli strumenti più efficaci per praticare Gioco Responsabile è l’autolimitazione. Tutti i casinò legali impongono a chi effettua l’iscrizione e apre un conto di gioco di impostare una cifra massima, oltre la quale non è possibile investire altro denaro. L’arco di tempo contemplato è solitamente una settimana. L’utente, quindi, decide qual è l’importo massimo che può permettersi di spendere in gambling. Se lo raggiunge, per quella settimana non può più giocare oltre.

L’importo dunque è deciso in autonomia dall’utente, che può variarlo comunque quando vuole. Se lo abbassa, il nuovo importo è subito operativo. Se lo alza, devono trascorrere sette giorni prima che la modifica sia registrata.

Autoesclusione

Un altro strumento per il Gioco Responsabile, ancora più drastico, consiste nell’autoesclusione. Per approfondire puoi leggere l’articolo dedicato. In sostanza, se il giocatore nota in sé un’incapacità a contenere il volume di giocate, o ad interrompere una partita, può cancellare i suoi dati dal casinò a cui è iscritto e da tutti gli altri esistenti. Questa autolimitazione può avere tempo determinato o indeterminato.

Quali sono i segnali del gioco problematico

Il problema dell’autoesclusione è che non sempre si è abbastanza lucidi e onesti da ammettere con se stessi di avere un problema. Il gioco d’azzardo patologico è una dipendenza, e in quanto tale chi ne soffre stenta a riconoscerla. Ciononostante, possiamo elencarti alcune situazioni critiche. Se ti riconosci in uno, o in più di uno, degli atteggiamento che ti stiamo per descrivere, potresti aver bisogno di aiuto o, quantomeno, di una pausa dal gioco d’azzardo.

  • Ogni volta che il tuo conto arriva a zero, hai il desiderio di depositare altro denaro per ricominciare subito a giocare.
  • Consideri solo quello che hai vinto, senza badare a quanto spendi e perdi.
  • Chiedi dei prestiti pur di continuare a giocare.
  • Il denaro che usi per giocare lo sottrai a spese necessarie a te e alla tua famiglia.
  • Quando perdi, giochi di più per rifondere la perdita.
  • I tuoi amici sostengono che passi troppo tempo sui casinò online.
  • Hai difficoltà economiche, ciononostante investi le stesse cifre nel gambling.
  • Sei di cattivo umore se perdi, e questo inficia il tuo rapporto con gli altri.

Domande frequenti per conoscere il Gioco Responsabile

Cos'è il Gioco Responsabile?

Il Gioco Responsabile consiste nell'adoperare gli strumenti che i casinò online autorizzati da ADM mettono a disposizione dei giocatore per controllare il volume di denaro investito nel gambling.

In che modo il Decreto Dignità ha cambiato il Gioco Responsabile?

A seguito del Decreto Dignità i casinò online e i gestori di gioco d'azzardo non possono più fare pubblicità, ma solo informazione utile all'utente finale.

Quali sono gli strumenti per il Gioco Resposnabile?

Gli strumenti sono diversi. Il giocatore può usufruire dell'autolimitazione e dell'autoesclusione. Inoltre, ADM impone che possa giocare solo chi ha più di 18 anni, e che il giocatore dimostri la sua identità ed età con l'invio di un documento

Autore

admin /